La capitale portoghese ha una luce e un calore che cattura ed affascina qualsiasi viaggiatore e sono molte le persone che ho conosciuto che dopo essere stati turisti hanno scelto di tornare a vivere a Lisbona. Ho trascorso qui quattro mesi per svolgere un tirocinio presso l’Istituto Italiano di Cultura e, come tanti, mi sono innamorata di questa città.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DEDICATI A LISBONA.

Ambientarsi è semplice: il centro è percorribile a piedi, esistono numerosi punti di ritrovo, le amicizie arrivano facilmente e il popolo portoghese è molto gentile e disponibile per qualsiasi informazione. Inoltre, sia le università che le scuole private forniscono corsi di lingua portoghese e quasi tutti i giovani parlano inglese.

Io ho vissuto qui nel lontano 2012 ma non escludo tutt’ora l’idea di tornare. Nell’arco di questi anni, sono cambiate molte cose: il numero di italiani che ora vivono qui si è moltiplicato in modo incontrollato, i prezzi degli affitti sono aumentati così come il generale costo della vita.

LEGGI ANCHE: GUIDA ALLA VITA A LISBONA – 10 FRASI UTILI

sintra castello

Lisbona è ora sede di numerosi call-center e multinazionali che cercano personale multilingua per servizi di customer care, forse per questo sono molti gli stranieri che sono venuti qui a vivere negli ultimi anni.

Nonostante ciò, i prezzi e il costo della vita rimangono comunque più bassi dell’Italia di circa un 20-30% considerando però anche stipendi inferiori (per intenderci: un italiano che lavora in un call center/servizio clienti guadagna intorno gli 800€).

alfama miradouro

Primo arrivo a Lisbona

Sono arrivata con un volo della EasyJet e ho raggiunto il centro comodamente con la metropolitana. Spostarsi all’interno della città è molto semplice e ogni quartiere è collegato da almeno una fermata di metro, bus e tram – vale la pena prendere un abbonamento mensile se vivete lontani dall’università o dal posto di lavoro. Io abitavo nello stesso quartiere a Rato, quindi non ne ho usufruito.

Per girare il resto del Portogallo, sono numerose le connessioni tra Lisbona e le altre città tramite i treni (cp.pt) e i pullman (Rede-Expressos, Eva e Renex) grazie ai quali sono riuscita a visitare le principali città con una gita diversa ogni fine settimana.

Lisbona mi ha regalato un clima soleggiato per tutto il tempo che vi sono rimasta e ho trascorso la maggior parte del tempo libero tra gli ampi spazi della città come parchi, vicoli del centro, giardini, miradouros (belvederi) e, non per ultimo, centri commerciali.

LEGGI ANCHE: I PARCHI DI LISBONA

palazzo vivere a lisbona

In quali quartieri andare a vivere?

Ho iniziato la ricerca della stanza da affittare mentre ero ancora in Italia, prendendo nota delle case più vicine ai miei interessi e mettendomi in contatto con i proprietari spiegando le mie esigenze. I siti nei quali ho cercato sono BquartoEasyquarto ed Erasmuslisboa dove sono presenti numerosi annunci. La scelta è ampia e i prezzi degli affitti sono piuttosto contenuti, specie se paragonati con altre città europee. Se cercate casa nel mese di settembre vi auguro tanta buona fortuna: gli studenti erasmus prendono d’assalto ogni stanza! 😀

Se cercate appartamenti per voi potete guardare nei siti Olx, Idealista e CustoJusto. Ormai comunque molte case sono pubblicizzate anche sui gruppi di Facebook come Italiani in Portogallo e, se parlate già portoghese, su Aluguer de quartos em Lisboa, Casa e quartos em Lisboa e Lisbon Rentals.

Per quanto riguarda il quartiere, dipende tutto da dal vostro budget e dalla sede di lavoro. I quartieri più famosi o migliori a mio avviso sono Rato (dove ho abitato io), Principe Real, Campo Pequeno, Bairro Alto (se siete studenti), Chiado, Saldanha (vicino agli uffici) e Alfama se volete qualcosa di più caratteristico.

Inizialmente consiglio di prenotare un hotel o un ostello per i primi giorni per poi iniziare una ricerca intensiva della casa. Se siete studenti universitari informatevi anche presso l’ufficio per studenti stranieri/erasmus o nelle bacheche delle singole facoltà.

palazzi lisbona

Città piena di sorprese

Come studentessa universitaria sono rimasta davvero affascinata dalla vitalità e dalle infinite iniziative che Lisbona propone: eventi culturali, feste cittadine come le coloratissime feste popolari di giugno, mostre, spettacoli di musica (spesso fado, la musica tradizionale portoghese), danza, teatro e festival di cinema. A Lisbona non ci si annoia mai!

LEGGI ANCHE: MOURARIA, LA LISBONA MULTICULTURALE

Per completare questo quadro già dinamico esistono interi quartieri nei quali ristoranti, bar e discoteche aspettano clienti tutti i giorni della settimana, tra cui il Bairro Alto, Mouraria, Alfama e Cais do Sodré. Bisogna solo scegliere quale locale ci piace di più.

Per uno studente erasmus, il Bairro Alto è una fermata immancabile: da mezzanotte alle due le vie si popolano di studenti e i bar propongono cocktail a prezzi sorprendenti, dj o musica dal vivo. Se si desidera continuare la serata, a Cais do Sodré esistono una decina di discoteche tutte lungo Rua Nova do Carvalho. Per un locale più chic consiglio il K-Urban Beach, nel limitrofo quartiere di Santos.

spiaggia di Lisbona

Per sapere tutto ciò che succede in città basta collegarsi ad Agendalx o semplicemente camminare per il centro, guardarsi intorno e leggere i manifesti delle varie iniziative.

Amo questa città e la consiglio a chiunque voglia fare un’esperienza all’estero proprio per la gioia e la vitalità che trasmette.