Prenotare una crociera last minute

Le navi da crociera segneranno la mia vita per sempre, non solo perché ci ho lavorato per anni, ma anche perché regalano quella sensazione unica di benessere e libertà grazie al mare blu intenso che le circonda. Andare a poppa e seguire con gli occhi la scia della nave che si dissolve tra le onde era il momento che più amavo e che si arricchiva di romanticismo durante la notte, quando mi affacciavo sotto un cielo stellato. Anche se faccio parte dell’equipaggio (e il primo pensiero di chiunque sarebbe allontanarsi dalle navi, almeno in vacanza) posso ammettere che questi giganti degli oceani non mi hanno mai stancata, anzi, anche durante le mie ferie ho sfruttato l’occasione per trascorrere una bella crociera last minute in destinazioni esotiche, per scappare al rigido freddo del nord Italia. Avevo scelto un giro che salpava dall’Avana. Che bei ricordi…

Pensieri prima della partenza

L’idea della crociera a volte spaventa. Non so perché. Forse è l’ondeggiare del mare? Forse un ipotetico senso di claustrofobia? Forse il sentirsi come in una scatola di sardine? Posso dire che chiunque vada in crociera per la prima volta desidera sempre tornare, perché ha smentito e sconfitto tutte le paure che aveva prima.

Quando in passato ho lavorato in un’agenzia di viaggio, alcune colleghe mi hanno detto che non esistevano più i last-minute di una volta. Sicuramente il mercato è cambiato, oggi si predilige il “prenota prima”. Tuttavia, per esperienza, posso dire di aver trovato spesso delle occasioni dell’ultimo momento a prezzi davvero interessanti. È il caso delle vacanze e crociere last-minute di Voyage Privé, che propone le migliori offerte, fino al 70%, delle maggiori compagnie di navigazione.

Crociera last minute: dove andare?

Oceano Indiano, Emirati o Caraibi? Non è facile decidere, anche se io sono di parte e fedele ai miei carissimi Caraibi, forse perché, come membro dell’equipaggio, vi ho trascorso ben due lunghi anni saltando da un’isola all’altra. È proprio nei Caraibi che ho iniziato a scoprire il ricco mondo sottomarino, toccato finissima sabbia bianca e ballato i ritmi locali più coinvolgenti.

La crociera è per tutti

Andare in crociera è un tipo di vacanza adatto a tutti, anche ai giovani, credetemi. La mia prima esperienza in crociera è stata da sola. Sì, esatto: da sola. Non esiste luogo più coinvolgente e sicuro di una nave. Ho conosciuto tantissimi ragazzi della mia età e sono sempre stata in compagnia. Durante il giorno andavo in escursione e visitavo ciò che di meglio poteva offrirmi ogni singola destinazione, la sera mi divertivo in discoteca con i miei nuovi amici provenienti da paesi diversi.

Blue Lagoon

Un modo diverso di viaggiare

Sono consapevole che, per conoscere a fondo un luogo, è necessario passarci del tempo ed interagire con le persone del posto. Tuttavia, andare in crociera è un altro modo di viaggiare, interpretato anche come un modo per coccolarsi. È la vacanza perfetta per staccare la spina, dedicarsi del tempo, divertirsi e riposare: l’equipaggio pensa a tutto il resto. Si sceglie la crociera per riprendersi da un anno di lavoro spietato o per trascorrere momenti romantici con la propria metà, mentre si osservano tramonti infiammati che si possono ammirare solo in mezzo al mare. È vero che si ha solo una panoramica superficiale dei porti toccati dall’itinerario, ma se un luogo ci colpisce davvero, si può sempre valutare di tornare per una vacanza dedicata.

Cosa considerare quando si prenota una crociera?

  • Il primo passo è scegliere l’itinerario che più vi fa sognare e verificare se si hanno i documenti necessari per imbarcarsi, come passaporto ed eventuali visti. Verificate, inoltre, quanti giorni di navigazione sono previsti: più giorni sono e meno costa la crociera (rispetto ad una di pari durata, con itinerario simile); inoltre, trascorrere più tempo in navigazione significa che sarete più tentati di spendere a bordo.
  • Le offerte last-minute sono sempre per cabine doppie: se siete una famiglia con bambini dovete organizzarvi per tempo (quattro/sei mesi prima) per trovare delle quadruple a buon prezzo. Lo stesso vale per le cabine speciali per persone in sedia a rotelle, perché ce ne sono un numero limitato su ogni nave. Se, quindi, siete una coppia, avete tutte le carte in regola per trovare delle ottime offerte e prenotare senza rimuginarci troppo sopra. Solo alcune compagnie di navigazione hanno agevolazioni per i single, ad esempio la NCL ha degli “studios” dedicati.
  • Controllate che il periodo dell’anno sia quello adatto: nonostante moltissime compagnie di crociera non effettuino viaggi nei momenti dell’anno più sfavorevoli (difficilmente vedrete una crociera sui fiordi a gennaio), si mantengono comunque alcune rotte. Eviterei il Mediterraneo d’inverno, così come non consiglio i Caraibi tra luglio e settembre, per non rischiare di vedere la propria vacanza rovinata dal maltempo o dagli uragani.
  • Scelta della cabina: questa dipende dal vostro budget. Ad ogni modo, mentre lavoravo in agenzia, ho notato che molti sono terrorizzati dalla cabina interna: considerate che starete in cabina solo per dormire e che le vostre giornate saranno talmente intense che non vi verrà in mente il “senso di claustrofobia” che tanti demonizzano.
  • Aggiungete pacchetti online che vi permettono di risparmiare rispetto al prezzo di bordo, come escursioni, pacchetti bevande o pagamento anticipato delle mance.

Dove state pensando di prenotare la vostra crociera last-minute? Che rotta vi piace di più? Avete domande specifiche sul mondo delle navi e della vita di bordo? Non esitate a contattarmi.