Cosa fare a Genova in Autunno

Chi mi segue da tempo sa che navigo per la maggior parte dell’anno: quando arrivano le meritate vacanze, però, torno sempre a Genova, città in cui vivo e della quale non ho scoperto tutte le sue infinite sfaccettature. Ogni volta che torno, cambia sempre qualcosa: negozi, locali, tipologia di eventi… e ho sempre bisogno di un paio di settimane per aggiornarmi. Allo stesso tempo ci sono quei pilastri che non cambiano mai.

Ho creato una sezione sul blog interamente dedicata a questa città, in modo che genovesi e turisti possano trovare spunti interessanti per viverla e visitarla al meglio. Sono felice di vedere un numero sempre maggiore di turisti italiani e internazionali di ogni fascia di età. Sono aumentate le tipologie di escursioni offerte e anche i collegamenti con le altre città. Spesso noto che con i treni bisogna fare dei cambi a Milano o in altre stazioni maggiori. Con gli autobus, ad esempio Flixbus, invece, si possono trovare numerosi collegamenti diretti che altrimenti non esisterebbero col treno, come Firenze o addirittura Bolzano, fino a raggiungere destinazioni all’estero.

cosa fare a genova in autunno

Ho stilato una breve lista di “cose da fare” in autunno. Stagione prevalentemente piovosa ma che, quando dà tregua, regala delle meravigliose e tiepide giornate.

LEGGI ANCHE: 8 CURIOSITÀ SU GENOVA

TREKKING PER RAGGIUNGERE I FORTI GENOVESI

L’autunno è magico e dipinge i boschi di colori caldi che sfumano dal giallo al rosso e al marrone. Le foglie di alberi e arbusti prendono intensità quando vengono baciate dal sole e il panorama assume un’atmosfera quasi da libro delle fiabe.

genova

Camminare per i boschi in questa stagione è l’ideale: una leggera brezza accompagna ogni nostro passo e il sole ci scalda ancora, prima di spegnersi definitivamente con l’arrivo dell’inverno.

genova

Genova è particolare perché i monti la spingono verso il mare. Basta percorrere alcune strade in salita e, a pochi minuti dalle caotiche strade cittadine, ci si ritrova improvvisamente immersi nella natura. Esistono numerosi sentieri da scegliere da Ponente a Levante, tutti ben segnati e di diversa lunghezza e difficoltà. La maggioranza di questi portano ai numerosi forti che sovranano la città dalle vette delle proprie colline. Queste fortificazioni militari appartengono a diverse epoche storiche, dall’epoca napoleonica fino alle guerre del ‘900; addirittura in alcuni tratti si trovano anche bunker usati durnte la seconda guerra mondiale. Una volta ho letto che la cinta muraria che protegge Genova sono la più lunga in Europa e la seconda al mondo dopo la Muraglia Cinese! Chi l’avrebbe mai detto…

genova

Tra i forti più famosi troviamo Forte Sperone, Forte Diamante, Forte Puin e poi spostandosi verso levante il Forte Richeleu e quello di Santa Tecla.

genova

LEGGI ANCHE: 10 MOTIVI PER VISITARE GENOVA

ALLA RICERCA DI FUNGHI E CASTAGNE

Con l’arrivo dell’autunno, si abbandodano i piatti freschi e leggeri dell’estate e si ricercano piatti caldi e sostanziosi. Nell’entroterra ligure è tradizione andare per i boschi alla ricerca di funghi e castagne come spensierato passatempo del fine settimana. Scarponi, cestino in mano e via per i sentieri alberati. Non ti mancava quell’odore di sottobosco umido, dopo una giornata di pioggia? Ecco il momento migliore per raccogliere dei funghi. Come ti piace cucianarli?

A scrivere queste frasi mi sta venendo l’acquolina in bocca. Per non parlare delle castagne, l’antico cibo dei poveri. Un itinerario consigliato è quello di Monte Reale partendo da Ronco Scrivia. Se preferisci trovare tutto pronto a tavola, cerca su internet le informazioni aggiornate sulle prossime sagre, anche questa una valida alternativa per vivere l’autunno e i suoi prodotti.

genova

genova

CAMMINARE DA BOCCADASSE A VERNAZZOLA

Ecco un’idea un po’ diversa dal solito (o forse no, dato che continuo a proporre itinerari a piedi…). Che ne pensi di camminare da Boccadasse a Vernazzola? Chi abita in zona è sicuramente abituato, ma per chi viene da fuori Genova può essere una novità. Tutti i turisti conoscono sicuramente il caratterisco borgo di pescatori, ma spostarsi un po’ più in là potrebbe essere un’idea alternativa per visitare anche quartieri meno turistici della città e passare da un alcuni vicoletti davvero caratteristici.

genova boccadasse

Dalla spiaggia di Boccadesse risali la creûza e prosegui fino a raggiungere il particolare Castello Türcke che si affaccia sul borgo marinaro. Quante volte hai immaginato di vivere qui e invitare amici e parenti per un sofisticato cocktail in giardino? Dopo aver sognato ad occhi aperti, continua a passeggiare costeggiando il mare lungo il Capo di Santa Chiara per poi arrivare a Vernazzola, altro quartiere con un passato di pescatori e caratterizzato dalle numerose barche attraccate sulla spiaggia. Anche qui le facciate delle case alternano vari colori pastello e, all’imbrunire, le onde sono l’unico suono che sentirete.

genova boccadasse

genova

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988. Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l'ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.