Da nord a sud ripercorrendo la storia delle Repubbliche Marinare

Genova
Genova Boccadasse

Da nord a sud ripercorrendo la storia delle Repubbliche Marinare
Ognuno di noi ha sentito parlare delle Repubbliche Marinare sin dagli anni della scuola elementare: Genova, Venezia, Pisa e Amalfi sono le quattro città da cui le Repubbliche Marinare prendono il loro nome, anche se altre quattro città degli allora territori di dominio italiano furono considerate tali, cioè Ancona, Gaeta, Noli e Ragusa, l’odierna Dubrovnik in Croazia.

Le Repubbliche Marinare, soprattutto le quattro maggiori, costituiscono delle vere e proprie pietre miliari nella storia italiana, tant’è che gli stemmi di tali città sono stati riuniti in un unico stemma a rappresentare la Marina Militare Italiana.

Proprio per la loro importanza storica, vi proponiamo un itinerario alla riscoperta di queste quattro magnifiche città, con attenzione ai luoghi simbolo delle Repubbliche, viaggiando in treno da nord a sud.

Genova

La prima Repubblica del nostro itinerario è quella di Genova. Se non vi trovate nei paraggi, niente paura: la città è ben collegata al resto della Penisola e facilmente raggiungibile, per esempio in treno da Milano a Genova, che potete prenotare su virail. La Repubblica di Genova occupava non solo il territorio della Liguria, ma anche la Corsica e parte della Sardegna, così come alcune città in Crimea e nelle isole greche; cessò di esistere con le conquiste napoleoniche di fine Settecento. Tra le più note tracce dell’epoca della Repubblica di Genova, vi sono sicuramente il Palazzo Ducale, sede dei dogi della repubblica, e la maestosa Porta Soprana.

Genova, Porto Antico
Genova, Porto Antico

Pisa


Pisa può essere raggiunta in treno da Genova in circa due ore. La Repubblica di Pisa fu meno longeva di quella di Genova: infatti, terminò già agli inizi del Quattrocento. I domini della Repubblica di Pisa si estendevano ai territori toscani, alle Isole Baleari, a parte della Sardegna e alla Corsica, prima che passasse sotto il dominio genovese. All’epoca della repubblica risale l’incredibilmente elegante Duomo di Pisa, parte del complesso architettonico del Campo dei Miracoli. In più, potete visitare le mura medievali della città, ancora oggi ben conservate e visitabili.

Amalfi

Il viaggio in treno per Amalfi dura almeno cinque ore, a seconda del numero di cambi e del treno scelto. Tra le Repubbliche Marinare, quella di Amalfi è la più antica, nata nel IX secolo. Una volta superata l’egemonia di Napoli, Amalfi si sviluppò come autorità autonoma, per poi diventare un ducato. Per rivivere l’atmosfera dei tempi della Repubblica amalfitana, non vi resta che visitare il Museo dell’Arsenale della Repubblica, ovvero ciò che costituiva l’allora cantiere navale.

Venezia

Infine, Venezia, l’unica delle quattro più importanti repubbliche che si trova sul versante adriatico, si può raggiungere comodamente grazie all’alta velocità con un treno da Amalfi a Venezia che impiega circa sei ore. La Serenissima, come si usava chiamarla, Repubblica di Venezia nacque de facto già nel IX secolo, anche se la nascita di diritto avvenne solo nel XII
secolo. Qui, i luoghi che ci riportano indietro all’epoca della Serenissima sono dappertutto, prima fra tutti Piazza San Marco, con lo splendido Palazzo Ducale sede dei dogi della Repubblica, ma i posti da vedere sono veramente tanti!

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988. Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l'ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.