Delicious Israel: un tour gastronomico speciale a Tel Aviv

Mi sono innamorata di Israele fin dal primo giorno in cui ho messo piede nel Paese, specialmente per le grandi spiagge dorate di Tel Aviv, le persone estremamente amichevoli e gentili, l’atmosfera animata e frizzante e, naturalmente, il cibo gustoso.
Prima della mia partenza, ho fatto alcune ricerche su ciò che avrei potuto visitare e fare nel Paese, e più navigavo sul web, più aumentavano le mie aspettative.
Per quanto riguarda il cibo, pare che Israele, e in particolare Tel Aviv, sia il paradiso per tutti i vegani e vegetariani, infatti il 10% della popolazione ha fatto questa scelta etica. Mi sono sentita incredibilmente fortunata, specialmente perché sono diventata vegetariana cinque anni fa e la vita non è sempre facile quando si viaggia.

un tour gastronomico speciale a tel aviv delicious israelNon c’è bisogno di dire che uno dei modi migliori per conoscere una cultura è proprio quello di assaggiare il suo cibo e così ho fatto, cercando di diversificare le portate. Ho partecipato alla tipica cena del venerdì a casa di un amico, ho frequentato diversi bar e ristoranti e ho imparato qualcosa in più scegliendo di seguire un tour gastronomico a Tel Aviv.

delicious israel

Vista della costa di Tel Aviv

Ho scoperto Delicious Israel durante le mie ricerche online. Li ho contattati e abbiamo deciso quale poteva essere il miglior tour per me in base ai i miei interessi e mi hanno consigliato di partecipare all’itinerario chiamato Eat Tel Aviv. Offrono diversi tour alimentari sia a Tel Aviv che a Gerusalemme, compresi quelli privati. Eat Tel Aviv propone un perfetto equilibrio tra cibo, storia della città oltre a tour a piedi attraverso i quartieri più affascinanti di Tel Aviv. I tour sono esclusivamente in inglese e hanno un costo di circa 120$, in ogni caso consiglio mandare una e-mail e chiedere il prezzo esatto per il percorso che vi interessa.

delicious israel

Giaffa, quartiere antico di Tel Aviv

Fare un’attività diversa dal solito mi ha entusiasmato molto e il tour è risultato fantastico! Per questo motivo, voglio condividere con voi questa esperienza, nel caso pensiate di fare una golosa passeggiata a Tel Aviv. Un consiglio: non fate colazione prima del tour, mangerete moltissimo durante la visita!

Ho incontrato Ilana, la nostra guida, nel pittoresco antico quartiere chiamato Jaffa. Il nostro gruppo era multiculturale e abbastanza piccolo ristretto per poter apprezzare ogni singola spiegazione, per conoscersi e per trascorrere del piacevole tempo insieme.
Ilana si è presentata raccontandoci la propria storia familiare: come nella la maggior parte delle famiglie ebraiche, i paesi di origine all’interno dello stesso nucleo familiare possono essere molti. La parte materna e paterna non riuscivano a comunicare, tranne quando erano “tra le mura della cucina” all’interno delle quali riuscivano a superare ogni barriera linguistica.

delicious israel

Giaffa, Tel Aviv

Ilana ha condiviso con noi molti altri aneddoti interessanti: il mio preferito è la storia di un tipo di dattero chiamato medjool. L’uomo che ha deciso di importarlo in Israele non conosceva il nome specifico, quindi ha chiesto ad un Beduino come si chiamasse questo frutto e il Beduino rispose “Medjool”. L’uomo pensò di aver finalmente trovato il nome corretto, tuttavia, quello che il Beduino disse letteralmente significava “non lo so”. I datteri medjool sono ancora oggi chiamati così…
Ilana ci ha spiegato molte cose, fornendo dettagli storici e gastronomici difficili da trovare su guide e libri.

delicious israel

Giaffa: punto di partenza del nostro tour

delicious israel

Vicoli di Giaffa

Quale cibo locale immaginate quando pensate ad Israele? Sono sicura che i primi piatti che vi vengono in mente sono hummus e falafel, ma c’è molto di più da gustare e ho scoperto altro anche grazie a questo tour che ha stimolato i miei cinque sensi.
Il tour ha seguito la storia e il percorso dei primi abitanti di Tel Aviv in seguito all’espansione demografica, i quali, inizialmente, si stabilirono a Jaffa, il più antico porto d’Israele e la zona più antica di Tel Aviv.

Davanti al porto, ci sono mappe incastonate nell’asfalto che mostrano le distanze e le città d’origine delle comunità che sono arrivate e si sono stabilite a Jaffa.

delicious israel

Una delle mappe

L’esportazione di arance shamuti diventò il principale commercio grazie alla buona qualità degli agrumi coltivati con metodi agricoli tradizionalmente impiegati dagli arabi fino al XIX secolo; anche limoni e mandarini sono stati coltivati ed esportati, sebbene in quanità inferiore.

delicious israel

Giaffa, Tel Aviv

delicious israel

Giaffa, Tel Aviv

Una volta che la comunità di Jaffa crebbe, la popolazione si trasferì in diverse zone, come Neve Tzedek e, infine, il Mercato del Carmel, che coincide anche con la destinazione finale del nostro itinerario.
Il tour è iniziato con la degustazione del piatto più famoso di Israele: hummus. Questa crema di ceci è così popolare da diventare uno degli stereotipi del paese ed è ampiamente apprezzata anche dai turisti. Considerando il suo status, il hummus è l’unico alimento in cui viene usato un verbo specifico: לנגב (lenagev) che significa “pulire” (noi possiamo intederlo pure come “spazzolare”. Non si mangia hummus, si spazzola l’hummus!

delicious israel

Diversi tipi di hummus

delicious israel

Hummus, pita e cipolle

Abbiamo fatto una sosta nel più antico panificio Abulafia per assaggiare un pane particolare arricchito con erbe e, successivamente, un dessert chiamato malabi in un piccolo bar nel mercato di Jaffa. Ho provato sia la versione vegan che quella standard e sono entrambe molto gustose. Malabi è una sorta di budino leggero di latte (animale o vegetale), sciroppo, granola e cocco grattugiato. Si scioglie in bocca. Sublime.

delicious israel

Malabi

delicious israel

Diversi tipi di pane aromatizzati con erbe mediterranee

delicious israel

Sulla strada da Giaffa a Neve Tzedek

Il tour si è diretto verso Neve Tzedek, il primo quartiere ebraico di Tel Aviv costruito al di fuori del vecchio porto di Jaffa dove ebrei Mizrahi e Yemeniti si stabilirono. Ora Neve Tzedek è una delle zone più affascinanti e modaiole della città con un’evidente influenza europea negli stili e nell’architettura. Avete mai pensato di unire l’impasto dei croissant francesi con l’halva, i dolci israeliani di sesamo? Da provare!

delicious israel

Strada a Neve Tzedek

delicious israel

Elegante panetteria a Neve Tzedek

delicious israel

Siete golosi?

delicious israel

Giardinetto romantico a Neve Tzedek

Ultima tappa del tour: il mio quartiere preferito, il Mercato del Carmel. Ho trascorso un’intera settimana a Tel Aviv e sono ancora convinta che questo sia il posto migliore per cercare una sistemazione per godere appieno di un soggiorno ne “la città che non si ferma mai”. Si trova a pochi passi dalle spiagge e dalle strade principali di Tel Aviv.

delicious israel

Carmel Market a Tel Aviv

delicious israel

Frutta coloratissima al Carmel Market

delicious israel

Carmel Market

Originariamente fondato dalla comunità yemenita (che possiede ancora la maggior parte delle case che vengono ereditate di generazione in generazione), il Mercato del Carmel è ora un paradiso hipster con bar eccentrici, un vivace mercato e un’atmosfera estremamente amichevole. Per queste ragioni, è diventata una zona popolare ricca di case costose, alberghi e Airbnb.
Abbiamo avuto la possibilità di provare cibi più tipici come falafel, birre artigianali israeliane, biscotti, gelato e un particolare pane yemenita fatto da una signora speciale in un ristorante speciale.

delicious israel

Un ristorantino molto, molto particolare…

delicious israel

Una signora speciale in un ristorante speciale

delicious israel

Pane yemenita

Ho apprezzato ogni singolo cibo che ho assaggiato trovando incredibilmente interessanti tutti i dettagli curiosi che la nostra guida ci ha fornito. Ovviamente ho condiviso con voi solo una piccola parte di tutte le informazioni che ho acquisito: non voglio rovinarvi la sorpresa, anche se credo che le parole non sarebbero mai sufficienti. Il cibo non può essere spiegato, il cibo deve essere assaporato.

delicious israel

L’omino dei biscotti

delicious israel

Chi ama il piccante?

delicious israel

L’avevo detto che Tel Aviv è un paradiso per i vegani?

delicious israel

Gelato originalissimo e buonissimo fatto di formaggio di capra, pere, miele e pepe

Israele è un paese speciale, sacro alle tre religioni monoteiste e casa di diverse nazionalità e culture. Questo è probabilmente uno dei motivi per cui anche il suo cibo è così straordinario.
Suggerisco volentieri questo tour con Delicious Israel: ho imparato, ho camminato tra i quartieri più antichi e affascinanti di Tel Aviv e ho provato specialità locali che probabilmente non avrei mai provato o conosciuto semplicemente viaggiando da sola.

delicious israel

Falafel, amori miei

delicious israel

Halva: dolce di sesamo

delicious israel

Olive di ogni tipo

Quello che ho particolarmente apprezzato è il fatto che la guida ci ha portato in piccoli locali ben lontani da essere trappole turistiche. Ho scoperto ristorantini a conduzione familiare, mi sono seduta in bar dove siedono soprattutto i residenti e sento di aver sperimentato qualcosa di speciale: i miei soldi sono stati ben spesi e ho un ne rimane anche un bellissimo ricordo.

gplus-profile-picture

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988.
Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l’ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.

2 commenti:

  1. Quanto viene a costare questo viaggio? Io ci sono stata un sacco di volte (dall’ultimo viaggio sono rientrata, meno di due mesi fa, con una vertebra fratturata, così ho sperimentato anche la mitica sanità israeliana. Anche dal quart’ultimo per la verità ero rientrata con una vertebra fratturata, ma quella volta è successo dopo essere uscita da Israele), ma un’esperienza di questo genere mi interesserebbe. Ho provato a guardare nel sito ma ho trovato solo le singole visite – Shuk Carmel, Jaffa ecc. – ma non un tour completo come quello che descrivi tu, e senza prezzi.
    Vedo inoltre che il sito è solo in inglese: ma la tua guida parlava italiano?

    • Ciao Barbara,
      hai ragione, mi sono dimenticata di specificare alcune cose nell’articolo e provvedo a correggere.
      I tour sono sempre in inglese e i prezzi variano da tour a tour. Il mio viene 120$ e lo trovi tra quelli elencati qui (Eat Tel Aviv) https://www.deliciousisrael.com/delicious-walking-tours/
      Se ti interessa uno dei tour oppure chiedere più informazioni c’è la pagina dei contatti direttamente sul sito e saranno felici di risponderti 😀

Cosa ne pensi?