Jurassic Coast: un autentico paradiso

Jurassic Coast. Come descrivere questo luogo così meraviglioso? Sono onesta: solo poche volte nella vita mi sono ritrovata davanti a un paesaggio che mi ha letteralmente mozzato il fiato. Visitare la Jurassic Coast è stata sicuramente una di queste volte.

jurassic coast

Parto la mattina presto insieme a Lisa, la mia compagna di avventure ormai consolidata. Dopo aver studiato i diversi collegamenti tra la Jurassic Coast e Bournemouth optiamo per un treno off-peak che ci porta fino a Wool e da lì prediamo una delle rare corse mattutine del bus 103.

L’autobus è vuoto e, scendendo alla fermata per raggiungere la Durdle Door, troviamo il deserto più totale. Attraversiamo un campeggio aperto ma desolato e ci sorge un dubbio… Saremo nel posto giusto? Dopo qualche minuto, ecco improvvisamente il sentiero che arriva al mare e alle scogliere. Il panorama è bellissimo, l’erba brilla perché ricoperta da una leggera brina, il sole non è ancora alto nel cielo, fa freddo ed è ventoso ma penso: “Questo spettacolo merita di essere visto a prescindere da qualsiasi temperatura”. Intorno a noi non c’è nessuno, forse perché sono solo le 9 del mattino. Intravedo solo un fotografo coperto fino ai denti che porta con sé cavalletto e un numero indefinibile di attrezzature… Lo invidio, chissà che foto meravigliose sarà riuscito a scattare.

jurassic coast panorama

la baia della jurassic coast

Per il resto della mattinata incontriamo solo una manciata di persone, in compenso le mucche sono libere di brucare l’erba dove vogliono, senza alcun recinto che le vincoli. Non ne ho mai viste libere così da vicino, potrei quasi accarezzarle, ma allo stesso tempo non mi convince l’idea e cambio strada.

campagna jurassic coast

Ecco la famosa Durdle Door, un meraviglioso arco calcareo che si tuffa nel mare. Il suo nome deriva dall’antica parola inglese “thril” che significa “bore/drill”. Onda dopo onda, la corrosione del mare ha trasformato una roccia antica di 10.000 anni.

jurassic coast

viaggiovagando alla jurassic coast

Dopo un paio di chilometri arriviamo alla Lulworth Cove, camminando lungo il sentiero indicato. Spesso la strada è scivolosa a causa del fango e non escludo il pericolo cadute, soprattutto se (come me) avete voglia di uscire appena fuori dal percorso per scattare qualche foto in più.

l'entroterra della jurassic coast

Intorno a noi continua ad esserci solamente la natura, il mare blu intenso da un lato e il verde delle colline morbide dall’altro. Devo essere sincera, tutto questo silenzio mi piace. Sono in pace con me stessa e mi trovo in un luogo eccezionale nel quale non esiste assolutamente niente o nessuno che mi possa disturbare.

Arrivati nelle vicinanze della Lulworth Cove notiamo una manciata di case in mezzo al nulla e una collina rotonda e perfetta nella sua presentazione. Vedere questa baia dall’alto mi fa pensare all’Isola che non c’è di Peter Pan.

jurassic coast

Una volta arrivate in paese troviamo un bar, un ufficio informazioni, un negozio di souvenir e una pensioncina. Il sentiero continua dal centro cittadino e porta verso l’alto di uno spiazzo dal quale si può ammirare l’intera baia che abbraccia il mare che è di un azzurro straordinario ed è macchiato solo da una barchetta che galleggia solitaria.

jurassic coast

jurassic coast

La spiaggia è bianca e formata da pietre perfettamente ovali come se fossero uova. Proviamo a toccare l’acqua e sorprendentemente non è fredda come immaginavamo. La giornata, nel frattempo, è diventata mite e ci sdraiamo sulla spiaggia per godere del sole tiepido sul viso, immerse in quella natura stupenda che ci circonda a 360°.

la spiaggia della jurassic coast

È stata la gita che ha reso indimenticabile la mia vacanza in Inghilterra e ho pensato: “Ora ho capito cosa mi emoziona e cosa voglio vedere nei miei viaggi: la natura. Un paesaggio mi affascina più di qualsiasi città, seppure stupenda. Questo paese mi ha stupito di nuovo, anche a novembre… Qui è un paradiso!”

jurassic coast spiaggia

jurassic coast spiaggia

gplus-profile-picture

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988. Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l'ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.

4 commenti:

  1. Sono così felice che ti sia piacciuto nonostante il tempo – hai a upto in giorno bellissimo a Durdle Door! Le foto sono veramente belle e non vedo l’ora do rivederti qui in Inghilterra! Quando torni??

  2. Ci sono stata anche io nei miei innumerevoli viaggi per il Regno Unito e concordo: è davvero un posto stupendo!

Cosa ne pensi?