I viaggi del mio 2014

In un post intitolato TravelDreams2014 scritto all’inizio dell’anno, avevo sognato le mete vicine e lontane che speravo di raggiungere entro la fine del 2014: alcune sapevo sarebbero rimaste sogni nel cassetto, altre, invece, sembravano obiettivi più concreti. SBAGLIATO! Non ho visto neanche una sola delle mete segnate su quella lista. I buoni propositi, lettere a Babbo Natale, liste dei desideri ecc ecc… pare siano inutili! 😀 Tuttavia, devo ammettere che il 2014 mi ha portato in luoghi nuovi e mi ha regalato infinite sorprese… Eccone un riassunto.

1

Sembrerà una considerazione scontata, ma l’Erasmus è davvero un’esperienza che cambia la vita. Ho scritto vari post in italiano e in inglese sperando di motivare altri coetanei a partire e, con sorpresa, ho ricevuto diverse e-mail di studenti che mi chiedevano informazioni esplicitamente su Hull, il che mi ha reso molto felice. Questa è stata per me un’esperienza preziosa, non solo perché sono una persona fissata con l’apprendimento delle lingue straniere (e quindi abitare per alcuni mesi in Inghilterra mi ha aiutato enormemente) ma anche per il clima di serenità, divertimento e spensieratezza che si vive solo poche volte nella vita. Il merito è anche di The Anna House, la casa delle Anna… cioè casa mia, condivisa con quattro splendide ragazze, legate tutte dallo stesso nome e che spero di rincontrare presto…

2

Ho approfittato della permanenza in Inghilterra per conoscere città nuove, a volte con itinerari fai-da-te (come per York e Leeds) altre volte con tour organizzati per risparmiare e soldi e tempo (ad esempio il viaggio a Scarborough proposto dall’ISA, l’associazione di studenti stranieri della mia università, o la gita al Lake District). Ho cercato di concentrarmi molto sullo Yorkshire, una regione che merita davvero di essere visitata.

3

Prima del famoso Easter Break ho fatto una vacanza di “arrivederci” insieme alla mie Annas e ci siamo dirette in Scozia. Inutile dire che questo Paese mi ha rubato il cuore e ne ho parlato ampliamente nei post dedicati ad Edimburgo. Ho fatto anche un giro per le Highlands partecipando ad uno dei tour giornalieri proposti da un’agenzia locale, il quale si è rivelato utile per avere un’idea generale delle Highlands, ma deludente sotto altri aspetti.

4

Durante le vacanze pasquali sono tornata brevemente in Italia con la scusa di trovare la famiglia e fare il “cambio di stagione” tra gli spessi maglioni invernali e qualcosa di più primaverile. Nel frattempo ho trascorso anche un giorno nelle bellissime Langhe (ora anche Patrimonio Unesco) ma non ho ancora scritto nulla al riguardo.

5

La fine dell’Erasmus è spesso traumatica. Non vuoi mai che tutto si trasformi in un ricordo sbiadito, vuoi continuare a vedere le persone che hai conosciuto, frequentare gli stessi posti e ti rifiuti di immaginare il tuo ritorno in patria, soprattutto dopo che ti sei ambientato in una nuova città. Noi Annas siamo molto legate e abbiamo pensato “Perché non rendere il rientro a casa meno drammatico con un ultimo viaggio insieme?”. La destinazione scelta è stata l’Irlanda perché nessuna di noi c’era ancora stata. Abbiamo trascorso alcuni giorni a Dublino e uno a Howth per ammirare le scogliere a picco sul mare. Diversamente dagli altri viaggi nei quali la priorità era conoscere i luoghi, qui ci siamo limitate a rilassarci e a divertirci, specie a seguito del duro periodo di esami che ci ha tenuto in tensione per oltre un mese. In fondo era l’ultima vacanza insieme…

6

Eh sì, da giugno in poi sono tornata fissa nella mia bella Zena, città che amo ma che comunque non riesce a trattenermi per molti mesi di fila. Ho sostenuto gli ultimi esami universitari, ho scritto la tesi, è perfino arrivata la fatidica data della discussione di laurea… e ora si vedrà! Durante questi mesi sono stata diverse volte nella Riviera di Levante (puntellata da località che mi piacciono da morire) mentre dentro i confini comunali gironzolo sempre tra vicoli e porto antico. Non vedo l’ora di ricevere visite per mostrare a tutti quanto questa città sia stupenda e ricca di sorprese.

7

Portogallo, Portogallo… ma che incantesimo mi hai fatto? Torno da te ogni anno, eccomi anche nel 2014! Quest’anno sono stata ospite dell’Ente Turistico Visit Portugal, dopo aver vinto un concorso su Facebook. Ho portato la mia famiglia a conoscere Lisbona, città che è stata la mia seconda casa nel 2012. Ho tanti bei ricordi di questo Paese, spero di tornarci anche nel 2015, sebbene per una breve visita. Ho scritto diversi post sul Portogallo e ne scriverò ancora…

8

Nel mese di luglio sono stata invitata dalla Provincia di Massa Carrara ad assistere ad uno degli spettacoli in programma per il Lunatica Festival. Ho ascoltato le note dell’eccellente musicista rom Jovica Jovic e ho visitato Marina di Massa e il Castello Malaspina.

9

La fine di luglio è stata interamente dedicata all’Ungheria! Ho trascorso 10 giorni meravigliosi con una delle mie coinquiline dell’Erasmus (nel caso ve lo stiate chiedendo, ovviamente si chiama Anna). Ho visitato Budapest con calma, moltissima calma, suddividendo le giornate tra le attrazioni turistiche essenziali e qualcosa anche fuori dagli schemi. Sono stata a casa di amici di amici, vivendo un po’ la vita come una ragazza del posto (e non capendo una cippa – l’ungherese è impossibile – ma giuro di essermi impegnata e ho perfino imparato una decina di parole!), ho visto la residenza della Principessa Sissi a Gödöllő, appena fuori Budapest, e ho camminato tra le case del villaggio paloc di Hollókő, Patrimonio Unesco perché di enorme importanza etnografica per il paese.

10

Ho partecipato al secondo raduno dei blogger di Trippando a Sarteano, in provincia di Siena (conoscendo quasi tutti in un’unica occasione) e, a fine mese a cavallo con novembre, mi sono “tuffata in Asia” grazie al Festival dell’Oriente e l’incredibile appuntamento fisso del Lucca Comics. L’anno prossimo andrò travestita anch’io, sappiatelo!

11

A metà ottobre ho partecipato ad un tour de force in Valle d’Aosta durante il quale ho mangiato piatti buonissimi ed originali a base di fiori (sentitevi liberi di sbavare sulla tastiera!) e ho conosciuto produttori locali che ci hanno presentato i loro prodotti a KM0.

12

A novembre ero sotto tesi, stressatissima e scrivevo pagina dopo pagina fino a notte inoltrata. La mia amica Lisa, con la quale ho già condiviso l’Erasmus e numerose gite, si trovava già a Bournemouth. Ci ha messo davvero poco per convincermi e dopo alcuni minuti ho prenotato un volo per l’Inghilterra come regalo anticipato di laurea. Sono rimasta una settimana, durante la quale ho vistato numerose destinazioni più o meno vicine alla nostra base (Bournemouth). Sentivo proprio la mancanza dell’Inghilterra e tornare è stata una sensazione bellissima. I post con le varie località sono in fase di arrivo 😉

Italia

Dicembre si inaugura con un blog tour nella provincia di Biella, aggiungendo così un tassello alla mia conoscenza dell’Italia. Sto già scrivendo i post a riguardo (uno è già stato pubblicato) e presto i successivi saranno tutti online 🙂

13

Ultimo viaggio del 2014 o primo del 2015? Entrambi! Il Capodanno 2015 è arrivato come un fulmine a ciel sereno giusto pochi giorni fa, durante una  chiacchierata qualunque su un gruppo di WhatsApp nato casualmente tra alcuni blogger conosciuti durante il blog tour di Biella. Quest’anno non mi ero assolutamente preoccupata di dove avrei trascorso la fine dell’anno, nella peggiore delle ipotesi sarei finita a brindare all’anno nuovo con amici e sconosciuti nel labirinto dei vicoli di Genova. Invece sarò a Bolzano, altra meta che non conosco, e per la prima volta trascorrerò le feste in montagna (freddo, ti sfido e vincerò io!). Vi racconterò presto com’è andata…

gplus-profile-picture

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988. Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l'ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.

2 commenti:

  1. Complimenti per i tuoi viaggi!! Spero che riuscirai a fare anche meglio quest’anno…

Cosa ne pensi?