Un pranzo GenuiNus in Valle d’Aosta

Qualche settimana fa ho partecipato, insieme ad altri blogger e giornalisti, all’educational tour  parte del progetto “Saveurs Campagnardes en Route” in Valle d’Aosta che prevede la promozione del territorio, dei prodotti tipici e non solo… 

 genuinus

©viaggiovagando

Siamo stati ospiti dell’agriturismo GenuiNus, gioco di parole per evocare la qualità genuina dei prodotti e la località in cui si trova, Nus. Elisa, la proprietaria, ha deciso di cambiare radicalmente il proprio stile di vita: dopo la laurea in sociologia e, soprattutto, la nascita del figlio, ha scelto di vivere a stretto contatto con la natura aprendo un’azienda di 4 ettari di terreno in cui coltiva piccoli frutti, verdure, fiori e uno spazio dedicato alle erbe selvatiche. L’affinità con Elisa è nata fin da subito: anche lei, come me, è vegetariana. Molti blogger inizialmente erano titubanti: assaporare qualcosa di diverso dalla classica fetta di carne a volte è difficile; io non vedevo l’ora di assaggiare tutto, forse perché sono già abituata a gusti alternativi.

genuinus

All’inizio della presentazione dell’azienda siamo stati accolti con vin brulé, tisana alla menta piperita, quiche di erbe e frittelle di fiori di girasole e topinambur, ottimi e croccanti! Nell’orto, poi, abbiamo raccolto i fiori e le erbe necessari per il laboratorio di cucina, riempiendo un cestino con variopinti fiori di senape, ravanello, silene, nastruzio, calendula e rucola selvatica. Nell’orto di Elisa è presente anche un favoloso lamponeto e avere l’opportunità di mangiare un frutto colto direttamente dalla pianta non mi capita tutti i giorni! Tutti insieme, quindi, in cucina a preparare il nostro pranzo (a fine articolo c’è il video con i blogger all’opera!)

genuinus

Il menù era composto da: salatini di pasta al vino con toma e confettura di ortiche; insalata con patate, erbette, fiori e mele all’aceto di cipolla; lasagne di polenta taragna con besciamella di melissa e calendula; infine una torta con sciroppo di menta e ricotta con fiori, poco zuccherata e profumatissima. Ho anche assaggiato il pane alla lavanda, davvero delizioso! A differenza dei piatti che ho provato finora in ristoranti veg, questi sono davvero originali: ho mangiato fiori per la prima volta! Avete capito bene, fiori!

genuinus

genuinus genuinus

L’agriturismo è in stile valdostano, in legno e pietra, arredato con colori caldi e atmosfera davvero accogliente e familiare. Elisa ha molta esperienza ed è in grado di spiegare proprietà di erbe e fiori. I valdostani particolarmente legati al loro territorio, conoscono le piante locali e il sapere viene tramandato di generazione in generazione.

Consiglio a tutti di fare un salto all’agriturismo GenuiNus: per provare piatti diversi e scoprire la delicatezza dei fiori, gustando prodotti a “centimetro zero” come dice Elisa, aiutando un’attività eco-sostenibile che valorizza il territorio. Spesso vengono organizzati corsi per imparare a usare le erbe in cucina. Elisa, inoltre, è una persona semplice e competente.

Aspetto i vostri commenti. Nel frattempo ecco il video di Marco con i retroscena del pranzo!

gplus-profile-picture

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988. Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l'ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.

Un commento:

  1. Pingback:I viaggi del mio 2014 - Viaggiovagando

Cosa ne pensi?