Concorso Lactacyd: come spendere il premio?

Lo scorso mese vi avevo già parlato dell’incredibile concorso di Lactacyd che ci permette di realizzare il nostro viaggio dei sogni. Con questo articolo immagino come potrei spendere i 5000€ o i buoni settimanali di 200€ di BnBGenius se fossi io la fortunata vincitrice.

logo_lactacyd1

A dire la verità avevo già una lista di desideri che speravo si avverasse entro l’anno (le stelle cadenti di San Lorenzo non stanno funzionando!) ma nel frattempo ho realizzato viaggi diversi e inaspettati, visitando molti posti nuovi. L’estero è affascinante, ma ho anche una gran voglia di conoscere l’Italia. Perché, no? Se vincessi il mega premio finale o i buoni di BnbGenius (spendibili, appunto, solo in Italia) diventerei campionessa nazionale di salti (di gioia).

Lago di Braies, Bolzano Foto di Giorgio

Lago di Braies, Bolzano – Foto di Giorgio

Leggendo articoli su internet e guardando foto, mi sono innamorata di angoli d’Italia che non ho ancora conosciuto. Mi piacerebbe fare un tour del nostro bel paese da nord a sud, passando dai piccoli borghi, guardando il tramonto sul mare oppure rilassandomi in riva al lago. Vedere il mondo è stimolante, è vero, ma conoscere bene l’Italia non lo è altrettanto? Il nostro paese è un gioiello unico, che unisce il caldo e le spiagge del Mediterraneo, al verde intenso dei boschi del nord passando attraverso i resti di una storia millenaria al centro. Non-so-se-mi-spiego. Ogni tanto vedo storcere il naso quando dico che mi piacerebbe viaggiare in Italia. “Peché? Se mi piovessero dal cielo i soldi del premio, non starei certo qui!” dicono… Penso che le foto possano parlare da sole. Ecco il perché!

Trulli di Alberobello - Foto di Dorli Photography

Trulli di Alberobello – Foto di Dorli Photography

Procida - Foto di Francesco Riccardo Iacomino

Procida – Foto di Francesco Riccardo Iacomino

Camogli - Foto di Luigi Alesi

Camogli – Foto di Luigi Alesi

L’Italia è un paese che tutti ci invidiano: sole, mare, ottimo cibo… caratteristiche che meritiamo e che ci rendono fieri, un tesoro prezioso che dovremmo valorizzare. Abbiamo tutte le carte in regola per essere tra i paesi più ricchi al mondo se sfruttassimo il turismo e investissimo nella conservazione dei beni culturali. Siamo al primo posto come siti dell’Unesco e ogni anno aggiungiamo qualche località, come il delicato acquarello delle Langhe.

Langhe - Foto di Diego Santi

Langhe – Foto di Diego Santi

L’Italia è un paese relativamente piccolo, ma la densità di dettagli e bellezze da visitare richiede molto tempo. Ho ipoteticamente il premio del concorso da spendere. Come mi organizzo? Intanto risponderei a delle semplici domande: viaggiare da soli o in compagnia? Viaggi nel fine settimana o tour? In che periodo? Dipende ovviamente dagli impegni, dal lavoro e da mille altri vincoli.

Comprerei una bella guida, leggerei molti blog (perché i piccoli tesori nascosti li racconta solo la gente del posto), cerchierei sulla mappa i luoghi che mi interessano e mi informerei su eventi particolari, aggiungendo esperienze indimenticabili al mio viaggio (non è forse più suggestivo vedere Bolzano sotto le luci dei mercatini di Natale o Venezia durante l’elegante sfilata dei vestiti di Carnevale?)

Natale a Bolzano - Foto di Manuel Montesano

Natale a Bolzano – Foto di Manuel Montesano

Venezia - Foto di Ennio Maretto

Venezia – Foto di Ennio Maretto

Poi aspetterei la stagione estiva per fare un bel tuffo nelle acque cristalline della Puglia…

Grotta della Poesia - Foto di Alberto Calò

Grotta della Poesia, Puglia – Foto di Alberto Calò

Se avessi a disposizione tanto tempo farei un viaggio itinerante. Viaggerei in treno e in pullman, fermandomi nelle cittadine meno conosciute ma raccomandate da qualcuno. Mi piacerebbe affittare uno scooter per raggiungere le spiagge più isolate del sud Italia. Indosserei delle comode scarpe da trekking per camminare tra la natura dei parchi naturali del Trentino e della Valle d’Aosta. Scatterei centinaia di foto nei borghi che fieramente vantano il riconoscimento della Bandiera Arancione (Triora è a pochi km da casa mia, sarebbe il primo sulla mia lista… magari ad Halloween). Mi toglierei molte soddisfazioni mangiando piatti tipici di ogni regione, sfruttando degustazioni, corsi di cucina, itinerari del gusto… siamo campioni in questo!  Userei i soldi per alloggiare in agriturismo, magari esclusivamente per vegetariani (ne ho scoperti alcuni ed ora sono davvero impaziente di andare) oppure li spenderei per escursioni in barca. Se avessi ancora più soldi (ma molti, molti più soldi), farei aprire al pubblico il Castello di Sammezzano, dimenticato nonostante una bellezza e un’originalità incredibile

Castello di Sammezzano, Regello (FI) - Foto di Daniele Ulivi

Castello di Sammezzano, Regello (FI) – Foto di Daniele Ulivi

Mi frullano molte idee per la testa. Il premio del concorso Lactacyd è allettante e sia nel caso del primo premio di 5000€ che dei vari buoni da 200€ da spendere presso le strutture di BnBGenius, realizzerei uno dei miei sogni nel cassetto. Un budget di questo tipo permette di conoscere un’intero paese se si organizza il viaggio per tempo, sfruttando offerte, collegando bene le località e scegliendo adeguatamente dove alloggiare. Tutto ciò è possibile se la vostra priorità è visitare luoghi piuttosto che viaggiare nel lusso sfrenato (in quel caso dureranno giusto il tempo di un fine settimana).

COME PARTECIPARE AL CONCORSO?
Per partecipare al concorso basta comprare i prodotti della nuova linea e conservare gli scontrini. Collegatevi alla pagina Facebook di Lactacyd o iscrivetevi al sito scelgodunquesono.it! Avete tempo fino al 31 ottobre 2014!

Per rimanere aggiornati vi consiglio di seguire Lactacyd sui social network con l’hashtag #scelgodunquesono su Facebook e Twitter.

IN BOCCA AL LUPO!

gplus-profile-picture

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988. Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l'ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.