Mamma, mi porti al parco giochi? Il progetto di @playgroundmary

playgroundaroundthecornerUn incontro per caso sui social media. Una foto su Instagram con un hashtag fortunato che attira la sua attenzione e un’email che arriva dritta alla mia casella di posta. Da mesi sono in contatto con Mary e, dopo alcune foto scattate a Villeneuve in Valle d’Aosta, ecco l’articolo su Genova al quale lavoriamo da tempo.

Mary è una giovane e simpatica mamma che ha sempre amato viaggiare. Non ha smesso di seguire la sua passione, semplicemente ora lo fa in modo diverso dopo la nascita di due splendidi bambini.

porto antico genova

Il suo blog Playground Around the Corner ha un obiettivo ben preciso: aiutare le famiglie in vacanza a pianificare i propri itinerari in Italia e all’estero includendo momenti di svago per i più piccoli. L’idea è nata dall’esigenza di raccogliere tutte le segnalazioni possibili per rendere i viaggi a misura di bambino, soprattutto quando le informazionisu internet e da parte degli enti turistici sono carenti . Il suo fine non è né banale né scontato: alcuni parchi giochi sono aree dimenticate o poco pubblicizzate. Far luce sugli spazi pubblici non solo aiuta i turisti ma attira l’attenzione delle amministrazioni cittadine per migliorarle e promuoverle. Sono già molti i quotidiani nazionali e le riviste che hanno parlato del suo fantastico progetto, interessante per valorizzare il territorio e per il divertimento dei bambini.

Sono felice di aver collaborato con Mary inviandole foto degli spazi verdi di Villeneuve, dei Parchi di Nervi e del Porto Antico di Genova.

Invito tutti i miei lettori a prendere in mano cellulare o macchina fotografica ogni volta che passano davanti ad un parco giochi, accompagnando le immagini con qualche breve informazione. Il suo blog aspetta solo di essere integrato con i vostri preziosi contributi!

parchi di nervi

Parchi di Nervi, Genova

gplus-profile-picture

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988. Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l'ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.

Cosa ne pensi?