Gita al Lake District

lake district

Bowness-on-Windermere

Con l’arrivo della bella stagione si accende il desiderio di gite e passeggiate all’aria aperta. Alla fine di marzo sono andata con le mie coinquiline al Lake District, nella regione nord ovest dell’Inghilterra chiamata Cumbria. Questa area possiede il maggiore parco nazionale inglese e i paesaggi sono davvero mozzafiato! Abbiamo prenotato una gita in pullman con la compagnia East Yorkshire Coaches. Non c’era un programma di viaggio nell’opuscolo, ma solo una breve descrizione della zona. Mentre aspettavo che arrivasse il giorno della gita ho guardato foto su internet e letto blog che parlassero di questa destinazione. Ho scoperto l’itinerario che avremmo percorso solo nel momento in cui mi sono seduta sul pullman quando Dave, il nostro simpatico autista con un debole per gli italiani, ci ha annunciato il programma del giorno. Speravo tanto di vedere i posti che la blogger Giovy mi aveva consigliato. Da quanto avevo letto su internet il Lake District è una zona meravigliosa nella quale vale la pena trascorrere almeno tre giorni di puro relax, passeggiate all’aria aperta e sport. Il tour consisteva in un lungo percorso da Hull con soste a Bowness-on-Windermere e Kendal.

lake district viaggiovagando

Bowness-on-Windermere

Dave è la classica persona che ogni viaggiatore spera di incontrare. Controllando i biglietti prima di salire sul pullman, l’autista era curioso di sapere chi avrebbe trasportato. Ci ha chiesto di dove fossimo dato che tra i passeggeri c’erano molti turisti internazionali (russi in primis). Il nostro era un gruppo variegato: tre italiani, due americane, una francese e una ungherese. Durante il tragitto Dave parlava spesso al microfono guadagnandosi la nostra simpatia con qualche parola in italiano. Ci ha insegnato nuovi termini in inglese per arricchire il nostro vocabolario e raccontanto curiosità sui luoghi che stavamo attraversando, ad esempio il fatto di essere sul punto più alto delle autostrade inglesi. La M62, tra Manchester e Leeds, ha un picco di 372m sopra il livello del mare.

lake district viaggiovagando

Bowness-on-Windermere

Prima bellissima tappa la cittadina di Windermere che vanta il proprio status di attrazione turistica già da metà ‘800. Un saliscendi di palazzi bianchi con travi di legno a vista sulla facciata, fiori in ogni aiuola e… gelaterie! Il lago omonimo è il maggiore del Lake District. Siamo arrivati alla sponda chiamata Bowness-on-Windermere, dalla quale partono diverse escursioni in barca con itinerari di diversa durata. Ho scelto di godermi il paesaggio con il vento in faccia per ben 45 minuti, ammirando la natura vista dall’acqua e scoprendo molte casette tra gli alberi (eh, fortunati quelli!). La giornata era mite e abbastanza soleggiata, non potevo sperare di meglio dato che la Cumbria è nota per essere una regione dal clima piovoso e variabile.

lake district viaggiovagando

Bowness-on-Windermere

Piccola chicca: avete presente Beatrix Potter? Sì, quella dei coniglietti e delle favole per bambini! In queste zone comprò diversi terreni salvaguardando l’ambiente che oggi fanno parte delle aree protette del Lake Distrisct. Per questo motivo qui a Windermere si trova una piccola attrazione a lei dedicata. L’interno è fiabesco, ideale per i bambini e per gli adulti golosi che non sanno resistere ad una tazza di té accompagnata da una fetta di torta.

lake district viaggiovagando

The World of Beatrix Potter Attraction – Windermere

lake district viaggiovagandoLa seconda tappa,  Kendal, è stata deludente per chi pensava di passare la giornata sui laghi. Kendal era deserta. Il mercato che ci avevano consigliato era chiuso. L’unico modo per impiegare il tempo prima di risalire sul pullman è stato scarpinare per circa 20 minuti fino al Castello di Kendal, un’attrazione, a mio parere mediocre. Chi ha organizzato il tour avrebbe dovuto tenere conto dell’orario di arrivo in città (circa le 5 del pomeriggio quando ormai i negozi sono chiusi) con l’aggravante che fosse anche domenica.

lake district viaggiovagando

Castello di Kendal

Lake District è un’area che che merita di essere esplorata con calma e per conto proprio in in macchina o con i mezzi pubblici.  In ogni caso, nonostante la delusione di Kendal, uscire dai confini di Hull mi ha fatto bene: è sempre bello fare gite per cogliere l’occasione di ampliare la conoscenza del Paese che mi sta ospitando.

lake district viaggiovagando

Bowness-on-Windermere

gplus-profile-picture

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988. Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l'ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.

16 commenti:

  1. Quanto mi manca la Cumbria!
    Se torni da quelle parti… Go North! 🙂

  2. Belle le tue foto! Sono andata a Keswick a genniao e i laghi sono preziosi… Cmq mi sarebbe piacciuto molto visitare la casa di Beatrix Potter!

    • Grazie! Finalmente la macchina fotografica fa il suo dovere ahaha! La casa di Beatrix Potter è carinissima, anche per noi che siamo un po’ cresciute 😉

  3. Visita Keswick e Ambleside!! Un gioiellino è anche il paese di Hawkshead 😉 non ti perdere neppure Muncaster Castle e altre località che sono situate sul lato ovest del Lake District! Comunque il fatto che la Cumbria sia piovosa riguarda solo il Lake District, noi in West Cumbria sulla costa abbiamo un meteo che somiglia a Brighton. Ciao!

    P.s. Io in Cumbria ci vivo e non farei a cambio con nessun’altra zona dell’Inghilterra 😉

    • Grazie mille per i consigli!!! Se dovessi mai tornare sicuramente ne farò tesoro. Il tour che ho fatto come hai ben letto non è stato pienamente soddisfacente. 😉 Come va lì? Lavori?

      • Studio all’uni di Leicester (distance learning); io e mio marito abitavamo in Scozia e poi lui ebbe una chance di ottenere un lavoro qui circa 16 mesi fa e ora ci siamo stabiliti definitivamente (comprato casa recentemente). Il Lake District è per me una miniera di tesori di ogni genere e ancora ne devo visitare mezzo pure io! 😉 un altro paesino carinissimo a nord del LD è Cockermouth.

        • Buona scoperta allora 😀
          Spero che vada tutto bene in Inghilterra. Comprare cassa non è una scelta da poco, che coraggio! Complimenti!!!

    • Ciaooooo io vivo a Londra e per Pasqua vorremmo organizzare un tour ai laghi, ci daresti delle dritte? Mete da non perderci, cose da fare… noi saliremo in macchina… Grazieee 🙂

      • Come dicevo nel mio post, Keswick è da vedere, giusto fuori la A66. Grasmere, Ambleside e Windermere sono pure bellini da vedere, lungo la A591 che arriva su da Kendal. In alternativa, potete prendere la A66 che viene direttamente dalla M6. Più giù di Windermere non sono mai stata, quindi non so consigliarvi se Bowness on Windermere, Ulverston o Coniston sono da vedere. Sul lato ovest, c’è Muncaster Castle e Hardnott Pass, ma c’è da fare un giro lungo per arrivarci dall’est, dipende quando ci state. Castlerigg Stone Circle è vicino Keswick. Il lago Buttermere è bellissimo, specie in primavera/estate e ci si arriva da Keswick, anche se passate dall’Honister Pass, attenzione la strada è brutta e ci sono dei limitati passing places! Tutta la zona dei laghi è molto ‘hiking-sport all’aria aperta’, quindi se venite da Londra… la vita notturna è praticamente assente in tutta la zona! Ci sono pubs e ristoranti, giusto quello! Prenotate hotels e luoghi per la cena in anticipo o appena arrivate perchè c’è stipato di gente in ogni stagione. Ho il dentista a Keswick e anche per fare colazione / merenda è stato un macello trovar posto anche in pieno inverno!! Hawkshead è pure bellino e c’è il museo di Beatrix Potter, ci si arriva dopo essere passati da Bowness in Windermere. Buon divertimento!! 🙂

    • mariateresa scala

      hi i was very interested in reading what you think about the cumbria and many other things; i’m coming to cumbria to windermere to work in an hotel as general assistent waitress housekeeper and help in the reception i hope it will be a good experience and i hope i will like too, can you tell me something more about cumbria becouse you live there, i’m worried if the job is a serious job and about the people i will stay with in the hotel; the area i understood is not so good for shopaolich people as me, i love shopping, go to the coffee shops , go to english lessons etc…please can you help me to describe as well this place and what do you think about the people they come to work there many many thanks

      • Hi! I0m so sorry, but unfortunatelly I don’t really know this area, as I only spent a day there. I used to be based in Hull, Yorkshire. What I can suggest you is to have a look at FB groups. For example I’m a member of Italiani in Inghilterra. You can probably find more info there

      • Hello Mariateresa,

        Definitively no, Cumbria is not any good for shopaholics like you, not even a bit of it, sorry!! 🙁 This is a county for anyone who loves outdoor sports, hiking, trekking, mountain biking… There’s not a nocturnal life at all and everything is closed down at about 9-10 pm, even many restaurants and pubs (you might find something open until later during the summer, no idea about Windermere ‘by night’). All nothern counties in England (Northumberland and Cumbria) are rural, which means that the biggest part of this land is arable fields, sometimes for sheep and cows grazing, sometimes for agriculture. I live on the West coast of Cumbria and the number of shops is limited here too. Same for Carlisle. I think if you were chosing this area for shops or nightlife, someone gave you the wrong advice. The first cities you can find big shops in are Manchester to the south (a couple of hours driving), Glasgow to the north (three hours with a car) and Newcastle on the east coast (2 hrs and a half with a car). There are a few coffee shops, especially in Windermere and Ambleside, very English-country-style and the only Costa shop is on Bowness-on-Windermere.
        Concerning the number of people who will visit your hotel, it depends on your hotel!! If it has a good reputation, you’ll be very very busy and I doubt you’ll have any spare time to do anything except working. I worked for a hotel in Scotland as a general assistant, during July and August I was working 60-65 hours a week. I was off one day each week and I was so tired that I always slept LOL

        @Annalisa OMG I totally dislike that group on FB, horrible people!! 🙁 Joined and left. Plus the number of Italians in Cumbria is close to zero, there are no jobs except the engineering ones at Sellafield (nuclear plant) or the seasonal ones in the Lake District. To be honest, only a very few immigrants live in this area, regardless of nationality.

  4. Ciao Cristina! A parte quello che io ho visto e descritto in questo blog post, tutti mi consigliano le zone del nord. Purtroppo non è una zona che conosco benissimo…

    Una mia amica è stata a Keswick e dalle sue foto posso assicurarti che è un posticino molto grazioso!
    Dai un’occhiata qui: http://thewell-travelledpostcard.com/2014/01/27/weekend-away-at-the-keswick-country-house-hotel-in-the-lake-district/

  5. Che meraviglia…spero di tornare presto nella mia adorata gran bretagna!

Cosa ne pensi?