Dentro le mura di York

Esplorando la regione dello Yorkshire

Finalmente usciamo dai confini di Hull. Prima gita inglese con le mie coinquiline: sveglia programmata per le 5 del mattino. Destinazione York, una delle città più belle e turistiche dell’Inghilterra che mescola fascino storico e vivacità universitaria.

Partiamo con il pullman della National Express da Hull Paragon. L’autostrada è costeggiata da pale eoliche da un lato e dal fiume Humber dall’altro, scuro e melmoso. Facciamo una pausa di circa mezzora a Leeds e scendiamo per bere una bevanda calda e fare un giro nel mercato locale. Appena lasciamo il centro cittadino siamo di nuovo immersi nella campagna. Chilometri di prati verdi e qualche cavallo che bruca erba qua e là.  Arriviamo a York dopo circa un’ora e dal finestrino vediamo la Micklegate Bar e le mura medioevali darci il benvenuto.

york viaggiovagando

York si è subito presentata molto più fredda di Hull. Tranne qualche tiepido raggio di sole al mattino, nel pomeriggio siamo state stremate da vento e pioggia. Nonostante tutto la città mi ha conquistata. Non so il perché, ma la prima parola che mi è venuta in mente è stata: romantica. Forse merito delle centinaia di fiori che profumano l’intera città o dell’oro che luccica e arricchisce i cancelli più belli…

viaggiovagando

La prima fermata della nostra gita sono stati i Museums Gardens, uno splendido giardino botanico. Mi sono sbizzarrita scattando decine di foto a fiori, sentieri, panchine e soprattutto alle rovine dell’Abbazia di St. Mary, ora solo un ricordo della vita mondana degli abati cantata nelle ballate medioevali.

viaggiovagando york

Camminiamo lungo il ponte che attraversa il fiume Ouse e ci inoltriamo nella centro cittadino. La cattedrale gotica York Minster è imponente e, secondo la mia guida, per fare un tour completo è necessaria almeno mezza giornata. Nella piazza antistante troviamo Wim, un artista che tra due mesi finirà la sua riproduzione dell’Apoteosi di Ercole.

york viaggiovagando

Ci dirigiamo verso The Shambles, l’antica via dei macellai, passando per Stonegate e Petergate. Sono le vie più pittoresche del centro storico, piuttosto strette e dal tipico tocco medioevale. Qui troviamo numerosi pub, palazzi sorretti da antiche travi di legno e gioiellerie che ci invogliano a fantasticare sul futuro anello di fidanzamento…

Il cielo azzurro non durerà a lungo. Arriviamo in tempo per goderci la vista della Clifford’s Tower, rara per la sua forma a quadrifoglio. L’antica torre è ciò che rimane del vecchio castello normanno, oggi circondata da una miriade di narcisi gialli e margherite.

york viaggiovagando

Nel pomeriggio abbiamo prenotato un tour presso la York Brewery. Amiamo la birra, come perdere l’occasione di conoscere la storia e la produzione delle tipiche Ale? Il tour è durato poco meno di un’ora, seguito dalla degustazione di 4 mini pinte a scelta. La mia preferita si è rivelata la Guzzler, quella più dolce.

york viaggiovagando

York racchiude dentro le sue mura una storia molto antica. Romani, vichinghi e normanni hanno lasciato ben visibili le proprie tracce. Sono numerose le attrazioni e i musei da visitare, purtroppo i prezzi sono un po’cari se comprati singolarmente. Probabilmente un pass acquistato all’ufficio turistico permette di risparmiare qualche sterlina.

york viaggiovagando

gplus-profile-picture

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988. Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l'ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.

Cosa ne pensi?