Una pausa pomeridiana in Newland Avenue, Hull

I miei bar preferiti

I pomeriggi inglesi sono sempre più lunghi e soleggiati. Sono davvero sorpresa dal clima: abitando nel nord dell’Inghilterra mi aspettavo cielo grigio e pioggia ogni giorno, invece durante questo primo mese avrò aperto l’ombrello sì e no tre volte…

Spesso mi concedo un pomeriggio al bar davanti a una calda tazza di té o latte macchiato insieme alle mie coinquiline. Siamo tutte molto golose e in ogni locale c’è sempre la possibilità di mangiare una buona fetta di torta (per me rigorosamente al cioccolato).

Newland Avenue è a un minuto a piedi dal campus universitario dove si trovano numerosi ristoranti, caffetterie, pub e piccoli negozi d’abbigliamento curati nel minimo dettaglio.

newland avenue

Newland Avenue

Tre bar hanno colpito la mia attenzione.

Sono molto accoglienti e arredati come una casa privata. C’è qualcuno qui che li considera un po’ hipster, ma ignoro il significato…

Il primo si chiama Jenny&Phil’s (185 Newland Ave) ed è il primo bar nel quale ho preso un cappuccino (buonissimo come a casa, ok… ma i prezzi qui sono alti: paragonato all’Italia è stato il cappuccino più caro della mia vita). Qui si gustano deliziose colazioni britanniche e pranzi (compresi piatti vegetariani). Il locale è arredato in modo molto rustico, con verdure e fiori usati come decorazioni. La sua caratteristica è usare prodotti provenienti da oltre 20 imprese locali.

Jenny and Phil's

Jenny and Phil’s

Jenny & Phil's

Jenny & Phil’s

Il secondo bar è l’elegante The English Muse (81 Newland Ave). Ampie vetrate, piccoli tavoli rotondi in legno, scaffali con libri e un angolo dedicato all’artista del mese il quale ha la possibilità di vendere le proprie opere. Mi piace questo bar per come si presenta: tutto sembra davvero curato nel dettaglio, l’obiettivo è di renderlo il più accogliente possibile.

the english muse

The English Muse

the english muse

The English Muse

the english muse

The English Muse

Il terzo bar è, al momento, il mio preferito. Si chiama The Last Word (237 Newland Ave) ed è il luogo ideale per rilassarsi e leggere uno dei tanti libri messi a disposizione sugli scaffali. Il locale ha comode e ampie poltrone, colori caldi sulle pareti e luci soffuse, niente di più accogliente. Spesso vengo qui a studiare, invogliata soprattutto dal “cake deal” ovvero il prezzo promozionale che dopo le 3 del pomeriggio offre bevanda calda e fetta di torta per soli £2,90. Le torte sono deliziose. E’ un bar ideale anche per la pausa pranzo per la vasta scelta tra panini, torte salate e pietanze. Caratteristica di questo locale: tutti i giorni viene scelta la “Quote of the day” scritta nella lavagnetta all’ingresso.

thelastword

The Last Word

Non posso negare che cerco sempre di coccolarmi da quando sono arrivata. Perché andare solo in biblioteca se tutti i bar offrono wifi, un ambiente accogliente e ottime fette di torta giganti? Devo solo memorizzare i nomi (italiani) che usano per  indicare bevande diverse dalle nostre: un “latte” è il nostro “latte macchiato” e “mocha” (suppongo sia la nostra “moca”) è una specie di cappuccino col cioccolato. Come è bello addolcirsi la vita!!!

The Last Word

The Last Word

gplus-profile-picture

Annalisa

Siciliana di nascita e genovese di adozione, classe 1988. Poliglotta, vegetariana e cittadina del mondo con l'ambizione di unire sogni e lavoro in una sola parola: viaggiare.

Un commento:

  1. Pingback:Un anno dal mio Erasmus - Viaggiovagando

Cosa ne pensi?