DeGustibus – apertivo cileno ai Giardini Luzzati

Dopo il successo dell’evento organizzato al Castello d’Albertis di Genova, il ciclo degli aperitivi DeGustibus continua ai Giardini Luzzati e ci porta nel lontano Cile per scoprire la cultura indigena e la quinoa, alimento di estrema importanza per le popolazioni dell’altipiano andino. L’aperitivo è stato organizzato dall’associazione Yeast in collaborazione con Cocinas Indígenas (formato dall’antropologa Ximena Vidal Bastías e dal ricercatore Alexander Ortega Sepúlveda) e Colidolat (Coordinamento Ligure Donne Latino Americane) che hanno preparato rispettivamente piatti salati e dolci a base di quinoa.

quinoa.jpg

L’evento si è aperto con la proiezione di un video di Cocinas Indígenas, seguito da una cerimonia rituale per benedire il cibo e ringraziare gli antenati… poi…tutti a gustare i loro sapori!
Il menù ha presentato come piatto principale quinoa in tre varianti su un piatto di insalata. Inoltre fagioli nativi, mais tostato, patate dolci e salate condite con arrope de tchaknar e salsa huacataya a base di due tipi di peperoncino chiamati aji amarillo e aji escabeche.
Per finire empanadas servite con ponche di quinoa e come dolci budino di quinoa, riso dolce alla vaniglia e uvetta, budino de mais viola e morochos.
Mica male! Piatti gustosi e colorati e sapori molto intensi!

La mia fortuna è stata incontrare Ximena e Alexander di Cocinas Indígenas che mi hanno raccontato dettagli del loro lavoro e della loro ricerca. Ci siamo scambiati numerose informazioni interessanti salutandoci con la promessa di rivederci a Valparaíso, appena avrò la possibilità di visitare il Cile.
Sono una grande appassionata di antropologia e culture indigene e non potevo farmi scappare l’occasione di parlare personalmente con chi fa di questo argomento il proprio mestiere.

Vorrei sottolineare che il  2013 è stato proclamato dall’ONU come l’Anno Internazionale della Quinoa, quale simbolo di biodiversità e prospettive per il futuro degli agricoltori locali.

Cosa ne pensi?