Khomba: uno dei riti di iniziazione femminile in Mozambico

I riti di iniziazione sono globalmente diffusi anche se presentano particolarità proprie da paese a paese e da regione e regione. Studiati in maniera approfondita dall’antropologo francese Van Gennep nel 1909, questi servono per scandire e sanzionare pubblicamente la vita di un individuo, permettendogli di passare da una condizione sociale o spirituale ad un’altra, come battesimi, circoncisioni rituali, matrimoni, funerali, entrata ed uscita da un ordine religioso ecc. In modo da legare l’individuo al gruppo e per strutturare la vita a tappe precise. Questo serve anche per rassicurare la persona riguardo al rapporto con la propria temporaneità e mortalità.

tsongawoman

Nel caso delle donne mozambicane, durante i riti di iniziazione le educatrici insegnano loro come comportarsi di fronte agli uomini, nello specifico il marito, l’importanza di partorire figli, come occuparsi della casa e, soprattutto, come agire di fronte a temi considerati tabù, ad esempio mestruazioni, parto e vita di coppia.

riti di iniziazione

Fonte: kwekudee-tripdownmemorylane.blogspot.it

Giorgio Samorini, co-fondatore ed ex presidente della Società Italiana per lo Studio degli Stati di Coscienza e direttore della rivista Eleusis, spiega un rito di iniziazione femminile alla vita adulta esercitato presso la comunità Tsonga che vive al confine tra Mozambico e Sudafrica.

Il rito si chiama khomba ed è svolto ogni anno a maggio dopo il raccolto.

Per essere riconosciute adulte dalla società, le giovani devono assumere la datura, una pianta allucinogena che gli Tsonga chiamano mondzo o muri wa ku bonisa, che significa “ciò che apre gli occhi”.

riti di iniziazione

Fonte: lemiepiante.it

Durante questa cerimonia tutto deve essere di colore blu: abiti, accessori, pittura sul volto, in quanto  questo è il colore degli spiriti degli antenati i quali si incarnano in un serpente innocuo tipico dei luoghi.

Nella fase finale del rito, le giovani vengono denudate, immerse nell’acqua e fustigate lievemente dalle tutrici con il fusto della datura. Inoltre esse danzano a un ritmo frenetico dettato dal suono dei tamburi fino a vedere, grazie agli effetti della pianta, visioni geometriche di colore blu dette mavalavala, in caso contrario viene somministrata una nuova dose di sostanza allucinogena in modo da avere contatti con gli spiriti e poter parlare con loro attraverso la visione di  serpenti blu.

riti di iniziazione

Fonte: kwekudee-tripdownmemorylane.blogspot.it