La leggenda del bambino sordo

Quando desidero conoscere una cultura diversa dalla mia cerco sempre di scoprire valori e tradizioni anche attraverso la loro letteratura, musica e leggende, come già raccontato per KenyaMozambico.

La Paz, Bolívia - fonte: flavioveloso.com

La Paz, Bolívia – fonte: flavioveloso.com

Con questo articolo cambio continente e vi porto virtualmente in Bolivia. Poco tempo fa mi è capitato di vedere il video di Naughty Boy ft. Sam Smith. Attraverso i paesaggi mostrati ho riconosciuto subito il Salar de Uyuni e, incuriosita dalle vicende del protagonista, ho continuato a guardare il video. Per puro caso scopro che il clip si ispira ad una leggenda boliviana. Fantastico! Voglio conoscere la storia e corro su Google per documentarmi, preferendo i siti direttamente in spagnolo…

Scena del video musicale Naughty Boy

Immagine tratta dal video “Naughty Boy – La La La ft. Sam Smith”

Nell’800 nella piccola città di Carana un bambino sordo di soli otto anni vive col padre che lo maltratta. Un giorno scappa di casa e il padre non si disturba neanche di cercarlo, credendolo già morto. Durante la notte il bambino trova un cane randagio dal quale non si separa più. Vagando per oltre un mese per la città con il suo nuovo compagno scopre di avere un talento innato nonostante la sua sordità: può sentire le emozioni negative con il potere di aiutare la gente.

Immagine tratta dal video "Naughty Boy - La La La ft. Sam Smith"

Immagine tratta dal video “Naughty Boy – La La La ft. Sam Smith”

La prima persona incontrata è un vecchio signore col viso ricoperto di polvere perché i bambini del villaggio gli tirano pietre e sabbia. Il bambino sordo si avvicina e inizia a gridare per far fuggire gli altri. La leggenda narra che le sue grida sono violente come un terremoto e un uragano insieme. Il suo talento riesce a far rivivere il cuore dell’anziano, il quale decide di accompagnarlo nel suo viaggio.

La seconda persona incontrata è un altro uomo, deriso e colpito dai passanti aristocratici perché il suo volto, dopo essere stato colpito da un fulmine, si era sfigurato, facendo crescere una deformazione sulla fronte simile ad una proboscide. Il bambino si avvicina e urla di nuovo per far scappare la gente. L’uomo deforme gli racconta di essere un profeta di una lontana setta religiosa e si offre per accompagnarlo insieme al vecchio e al cane in un luogo misterioso.

leggenda boliviana del bambino sordo

Maschera Supay

Si tratta di un rifugio nel mezzo del deserto vicino ad un villaggio abbandonato dopo che gli abitanti erano impazziti e si erano uccisi tra loro. Si dice che la divinità che ha causato tutto ciò era seduta in una grotta e sussurrava al mondo il male più puro. Questa città era la fonte di tutta la malvagità e le emozioni negative nel mondo intero. La divinità oscura parla in una lingua arcaica ormai incomprensibile ma il bambino decide comunque di avventurarsi all’interno della grotta. Il vecchio e l’uomo deforme non hanno lo stesso coraggio e lo salutano con un ultimo abbraccio. Si racconta che il bambino sia ancora imprigionato nella caverna e che gridi fortissimo per avvertire di non entrare ogni volta che qualcuno tenta di avvicinarsi.

E’ curioso leggere su più siti che queste urla siano cessate il 18 aprile, proprio il giorno in cui è stato girato il video della canzone. Strano, no?

6 commenti:

  1. La tua curiosità è una dote preziosissima!!!!!! Mi è piaciuta da subito la canzone di Naughty Boy e avevo immaginato che ci fosse una storia dietro, ma pensavo fosse più autobiografica che leggendaria… Grazie per avermi informata 😉

    • Sono felice che ti sia piaciuta la leggenda. Io l’ho scoperto per puro caso e non vedevo l’ora di condividere la mia scoperta con tutti. Mi piacciono molto le favole e le leggende, trovo che il folklore sia uno degli ingredienti principali per conoscere gli altri 🙂

  2. la adoro grz!

  3. Bel post! complimenti! Ciao
    Elisa

Cosa ne pensi?