Barcellona: eccentrica architettura

Barcellona, maggiore città della Catalogna, è anche la destinazione più visitata della Spagna con milioni di turisti ogni anno. Spesso connotata come regione fortemente nazionalista, i catalani sono molto orgogliosi di riconoscere e vantare le proprie differenze dal resto del paese: tra queste, la sua immagine moderna e all’avanguardia, libertà nei costumi e la lingua catalana, che hanno convertito Barcellona in uno dei centri urbani più particolari d’Europa.

Barcelona

Picture by Moyan Brenn on Flickr

Tra le caratteristiche più tipiche c’è l’architettura, grazie al gusto eccentrico dell’architetto Antoni Gaudì e alle strutture post-moderne, tra cui nuovi edifici e spazi urbani, nati in occasione delle Olimpiadi del 1992, attraverso un progetto ambizioso di rigenerazione e di ricezione di un’ondata di visitatori. Tra le nuove costruzioni spicca il Parque de la España Industrial che ha come elemento principale un lago nel quale sono in contrasto diversi stili artistici: una statua di Nettuno posta di fronte a fari futuristi. Altre opere sono il Palau Sant Jordi, conosciuto per la sua grande cupola di cristallo e la stilizzata Torre de Calatrava.

Torre de Telecomunicaciones

Torre de Telecomunicaciones by Antonio Gil, on Flickr

Dopo le Olimpiadi sono seguite altre costruzioni emblematiche poste in luoghi strategici della città con l’intento di coinvolgere più quartieri. Una delle opere meglio riuscite è sicuramente il MACBA (Museo di Arte Contemporanea di Barcellona) nel Raval, inaugurato nel 1995, dedicato alle opere della seconda metà del XX secolo. Altre costruzioni conosciute sono la Torre de Collserola, disegnata dal britannico Norman Foster che funge da torre di comunicazione e come belvedere sulla città e sulle alture, e il Fòrum, uno spazio per congressi ed eventi, situato al livello del mare che racchiude anche un centro commerciale, hotel di lusso e il terzo maggiore porto turistico e sportivo della città.

Torre de Collserola

Torre de Collserola – Source: MoreBNC on Flickr

Una delle ultime creazioni è la Torre Agbar conclusa nel 2005. Di notte la facciata si illumina artisticamente con toni accesi che variano dal rosso al blu. In questa struttura si può accedere solamente al piano principale in occasione delle esposizioni temporanee ospitate che hanno sempre come tema comune l’acqua. Quest’ultima creazione architettonica simboleggia il desidero barceloneta di urbanizzazione e tecnologia.

Agbar Tower

Agbar Tower by Albert Subirats, on Flickr

 

3 commenti:

  1. Finalmente un articolo su Barcellona che non parli di Gaudí! Brava!

  2. Finalmente un articolo su Barcellona che NON parli di Gaudí! 🙂 brava!

Cosa ne pensi?