I parchi di Lisbona

Una città nel verde

parco di LisbonaLisbona offre molte sorprese agli amanti della natura: tra parchi, vie alberate e giardini, è davvero piacevole fare passeggiate, realizzando che lo stress di tante altre capitali è lontano dallo stile di vita di questa città.

Avenida da Liberdade (metro: Avenida) si trova proprio in centro, ma offre un percorso rilassante in qualsiasi momento del giorno grazie a chioschi, musica e forró brasiliano il venerdì sera.

Alla fine di Avenida de Liberdade, dietro Praça Marquês de Pombal, si può visitare il parco Eduardo VII (metro: Parque). Trovandosi in posizione rialzata è panoramico con vista sulla città. Si differenzia dagli altri per la vegetazione curata all’inglese, ma soprattutto perché al suo interno si trova un centro polisportivo, Clube VII, in cui è possibile praticare palestra, nuoto, tennis, ecc. e mangiare al ristorante. Annualmente è sede del Festival do Livro.

Jardim da Estrela (metro: Rato) è considerato dagli abitanti come un’oasi nel cuore della città; ci sono piante esotiche e un lago con le immancabili papere. Negli anni ‘70 dell’800 viveva qui un leone, “Leão da Estrela” con la gabbia posta proprio all’ingresso del parco. E’ frequentato tutti i giorni da famiglie e da chi desidera relax all’ombra di un albero per leggere un libro, correre o bere un’Imperial (birra alla spina) al chiosco.

parco di LisbonaRua Dom Pedro V, vicina al Barrio Alto, è una via piena di negozi molto interessanti, specie per un turista. Alla fine della via ecco il parco di Principe Real (metro: Rato). Al centro di questa bellissima area verde, tavoli e panchine sono posti sotto un grandissimo albero centenario potato proprio come un ombrello. Accanto al chiosco rosa, ogni sabato mattina viene organizzato un mercato biologico nel quale piccoli agricoltori locali vendono i propri prodotti.

Sempre nello stesso quartiere, il Jardim Botanico è importante a livello europeo, si estende per 10 acri e vanta circa 18.000 piante provenienti dal tutto il mondo. E’ frequentato da chi davvero apprezza la varietà delle diverse specie botaniche, pollici verdi o aspiranti tali, di solito sono osservatori attenti e tranquilli passeggiatori. L’ingresso è a pagamento ma il prezzo è molto basso. Le foto sono d’obbligo.

parco monsanto

Per ultimo il parco di Monsanto, un polmone verde di grandi dimensioni, forse uno dei più “giovanili” poiché andare qui significa anche divertirsi: lo sport all’aria aperta è incentivato da percorsi di jogging stabiliti e gruppi di persone si riuniscono per fare lezioni all’aperto di fitness o yoga. I bambini hanno i loro spazi dedicati e per tutti gli amanti del pic-nic c’è un’area attrezzata con tavolini e barbecue. Non mancano bar, ristoranti e punti panoramici.

Insomma natura, sport, relax e cultura: non manca nulla!

Dopo la visita d’obbligo ai monumenti o ai quartieri turistici, i parchi di Lisbona completano il quadro generale e la loro frequentazione ci fa assimilare allo stile di vita locale, specialmente se si soggiorna a lungo in questi luoghi.

Cosa ne pensi?