Mercat de la Boqueria

Il mercato nel cuore di Barcellona

La Boqueria no sólo es el mercado total, sino también un itinerario humano en el que vendedores y compradores posan para la retina del mirón que les sorprende en los mejores gestos, en las mejores interpretaciones de vendedores y compradores.
Manuel Vázquez Montalbán
Escritor

BeFunky_DSCN6915Fresca di ritorno da un caldo Capodanno a Barcellona. Nonostante le mie numerose visite alla città, non mi stanco mai di vedere il Mercat de la Boqueria (o Mercado de St. Josep) nel cuore de La Rambla.

È il più grande della Cataluña e tra i più famosi della Spagna, con oltre 300 banchi e 2500 metri quadrati, il Mercat de la Boqueria è tra le tappe proposte da qualsiasi guida e il motivo è semplice: i colori, i profumi e la gente sono davvero straordinari. Visitare un mercato cittadino, anche se diventato attrazione turistica, è sempre un ottimo spunto per cogliere l’essenza di un paese. Attorno ad un mercato ci sarà sempre un’aurea popolare che lo avvolge. Dai banchi si ammira la ricchezza dell’offerta dei prodotti locali ma anche di quelli importati a seconda dei flussi di immigrazione che hanno coinvolto la città.

DSCN6902Questo mercato è davvero suggestivo e ciò che mi piace guardare ogni volta sono i banchi di frutta e verdura dai mille colori e dalle disposizioni creative. Ho potuto notate frutta che mai avevo visto prima proveniente dalla Tailandia e dal Vietnam e frutti di mare diversi da quelli normalmente in vendita in Italia. I prezzi rimangono più economici rispetto ai nostri e viene sempre voglia di comprare qualcosa. Diciamo che i venditori hanno capito perfettamente le leggi di marketing. Le foto tra i banchi di frutta, pesce e salumi risultano spettacolari anche con una macchina fotografica non professionale.

Se nel frattempo che girate vi è venuta fame, ci sono diversi punti dove fermarsi per mangiare il cibo preso direttamente dal mercato arrostito al momento oppure potete camminare sorseggiando un gustosissimo frullato di frutta.

DSCN6918Le origine storiche di questo mercato sono piuttosto confuse. Ciò che è certo è che è nato come mercato ambulante all’aperto poco fuori le mura della città, presso le porte della muraglia Pla de la Boqueria per non pagare le tasse di importazione dove già a partire dal XII secolo vi erano banchi di carne e prodotti della terra. Nel 1836 dopo vari tentativi di spostamento, si inaugura il mercato dove prima vi era il convento di San José (da qui il nome del mercato) e coperto nel 1914 con l’attuale struttura metallica, poi ristrutturata. Negli ultimi decenni grazie al turismo crescente in Spagna, questo mercato è uno dei punti più importanti della città nel quale è facile incontrare turisti da ogni parte del mondo.

Cosa ne pensi?